La mia droga si chiama decals

Signore e Signori, dopo quasi due (!) mesi d’attesa, dovuti a una lunga serie di misunderstanding tra me e il nipponico venditore Etsy, oggi è finalmente arrivato il mio nuovo e desideratissimo decal geek!!! Finally! Ora non faccio altro che girare il computer e guardarlo orgogliosa. Aaah! L’ammòre!
My new MacBook decal – geek
Perchè io sia così attratta da decorazioni di questo tipo è facile da intuire: battezzata alla religione Apple e devota del suo Messia, Steve Jobs da tempo immemore (da quando quasi nessun programma era compatibile con gli apparecchi Windows e viceversa) + passione per la tecnologia in generale + passione per la comunicazione + passione per la grafica e il design = malattia vera e propria per tutto quanto possa decorare, infiocchettare, proteggere, trasportare, coprire e ovviamente valorizzare i miei gioiellini della mela morsa.
 
Dove potete trovare il vostro decal preferito? 
Se nei principali siti di e-commerce non trovate nulla di veramente accattivante (difficile), provate a fare un salto su DecalsForMacBooks.com, ce ne sono davvero tantissimi e potrete scegliere il vostro motivo o personaggio preferito. Troverete da Darth Vader a Muhammad Ali, passando per le riproduzioni dei lavori di Banksy e i supereroi Marvel o cartoni Disney…insomma ce n’è per tutti i gusti e tutte le religioni.
 
Ma non potevo chiudere questo post senza parlarvi di uno dei maggiori – almeno per risonanza mediatica – estimatori dei suddetti decals: Mr President Obama. A seguito foto-testimonianza: 


Il nostro ha scelto per il suo laptop personale un classico degli anni ’80 PacMan. Il che ci fa subito pensare a quanto – lui che aveva una ventina d’anni all’epoca – ci abbia giocato nel periodo del college (come tutti gli altri suoi coetanei nel mondo) ed eccolo entrato nell’immaginario collettivo come “uno di noi” – seee vabè ciaaao – . E’ molto interessante il nostro Mr President, perchè lui con i decals ha un doppio, anzi triplo legame. – o almeno così ritengo:


1) ne possiede, come dicevamo.
2) sono stati adottati dai suoi supporters durante l’appena trascorsa campagna presidenziale:

 
 
3) E’ finito anche lui – la sua immagine – tra i decals: 

 
Magnificent the President!
I decals hanno quindi il loro promoter a cinque stelle – anzi cinquanta!
 
In fondo questi ogettini non sono altro che decorazioni che personalizzano e rendono più allegri gli strumenti con i quali lavoriamo tutti i giorni – e ci lavoreremo sempre di più – e quindi, perchè non farlo anche lui? E non utilizzarli per avvicinarsi ancora di più al mondo che – nonostante abbia sempre meno spazio da dedicare al futile – lo cerca e nonostante non sia americano, adora la nostra nuova icona pop contemporanea?
 
 
Se avete da suggerire siti e link che trattano l’argomento geek, i vostri suggerimenti saranno graditi e inseriti, appena possibile.

2 pensieri su “La mia droga si chiama decals

  1. Nuooo! Allora la prossima volta che ne riprenderai uno (perchè devi, tu poi…devi proprio – troppo stilosi i dacals per non averli), insomma appena arriva, facciamo un video tutorial online su skype…vedrai che è una cavolata.😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...