L’amore ha i tempi del colera.

Cholera_bacteria_SEM

L’amore, come la celebre malattia, risulta piuttosto diffuso nel mondo ed è, ad oggi, impossibile estirparlo.

Il colera, come l’amore, ha origini sconosciute e nonostante gli anni di studi in materia, l’epidemologia non ha portato risultati soddisfacenti; infatti il modo in cui si diffonde, e alcuni passaggi e nessi tipici della malattia (e dell’amore) restano oscuri ai più.

L’amore è sicuramente apparso prima del colera, di cui si fa risalire la scoperta al 1854 circa, per cui il numero di vittime è necessariamente superiore.

L’origine della parola Colera deriva dal greco choléra (cholé= bile) e indica la malattia che scarica con violenza gli umori del corpo e lo stato d’animo [non aggiungo altro].

L’origine della parola Amore non è certa, i più romantici sostengono al teoria dell’ [a-mors] di derivazione latina; i più pragmatici [camare] di origine indoeuropea. Neanche su questo punto c’è un accordo, quando si parla di amore, figurarsi sul resto, che viene a seguito…

La sintomatologia, devo dirlo, è entusiasmante: crampi addominali, nausea, vomito, diarrea, ipotensione, tachicardia, tachipnea (respiro veloce) e comunque ogni manifestazione è assolutamente personale e variabile. Di che parlavo?

Sì, oggi va così, è giornata “pessimismo e fastidio”, ora vado a meditare, domani passerà.

8 pensieri su “L’amore ha i tempi del colera.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...