Left open the doors (of perception), please

E’ accaduto. Uno dei primi miti della mia infanzia, il cofondatore dei The Doors, la mia band del cuore, è morto. Ieri pomeriggio, all’età di 74 anni Ray Manzarek è spirato. Non oso scrivere l’ennesimo post/coccodrillo, pieno di informazioni rimbalzate di blog in blog, che ha appiattito il web, dopo la brutta notizia e garantisco che no, non pubblicherò The End proprio oggi a rimarcare la fine di un’epoca (che udite udite…è finita da un pezzo).

Io, che mi fregio di essere una loro vera fan, accanita e viscerale dal 1995 e senza mai interruzioni, io che ho letto moltissimo sui Doors, che ho ascoltato fino a esaurire le cassette prima e i cd poi, tutta la loro discografia, i loro live, le loro interviste, guardato ossessivamente i loro video, scritto -come ogni adolescente dell’epoca- i loro testi e le loro frasi…insomma io non farò altro che lasciarvi il link di un articolo di Rolling Stones Magazine [cliccate QUI] e un altro paio di video…che tanto ricapiterà che qui posterò loro canzoni, loro testi, loro interviste. Che tanto, vivi o morti, gli eroi non cambiano forma, restano immortali, giovani e fighi…e noi con loro, eternamente adolescenti.

Lasciate le porte aperte!

2 pensieri su “Left open the doors (of perception), please

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...