Buon compleanno Faber!

Faber_de_andréAscolto Fabrizio De André da quando ero nella pancia di mia madre e l’ho sempre, sempre e ossessivamente sempre ascoltato. Devo dire che, ancora oggi, ci sono degli album che conosco meno e alcune canzoni che mi ostino a non voler memorizzare, quasi per non “bruciare” tutte le nuove visioni del mondo che potranno insegnarmi; anche se da sempre – molto prima che ci lasciasse quel maledetto 11 gennaio 1999 – cerco di approcciarmi alla sua opera con un atteggiamento vagamente virginale, come se ogni volta fosse un po’ la prima che lo ascolto davvero.

Troppi sono i ricordi che mi legano alla sua musica e alle sue parole: imparai per prima Il Pescatore, a due o tre anni, andando in macchina verso casa dei nonni. Poi fu la volta de Il Suonatore Jones, che ho capito davvero forse vent’anni dopo, però intanto lui mi aveva già insegnato a pronunciare la parola “libertà” e ad immaginarla come la gonna di Jenny – che doveva essere proprio bella, quella gonna e quella Jenny, al ballo di tanti anni fa. Poi ci fu il periodo di amore folle per La Buona Novella che ascoltai – quasi esclusivamente – per tutto il 2001 e Storia di un impegato e Tutti Morimmo a stento…insomma! Come la maggior parte degli italiani che abbiano un animo, se non sensibile, almeno aperto alla possibilità di esserlo.

Oggi non andrò avanti a parlare di Faber perchè: Domine, non sum digna! – però, per festeggiare il suo compleanno, ho creato una playlist con 30 canzoni, praticamente quasi una per ogni mio anno di vita, due delle quali sono interpretate dai soli artisti che, a mio giudizio, posso permettersi di cantare De André, senza sembrare – loro sì – dei blasfemi: Franco Battiato e Morgan. Ve la lascio qui a fine post, starà a voi la scelta, se ascoltarla tutta o solo qualche brano, solo le canzoni che più amate. Mi aspetto che commentiate dicendo che ho dimenticato dei capolavori che proprio non avrei dovuto e che voi (e questo è certo, miei tredici lettori) avreste fatto molto meglio. Quindi linkate anche le vostre canzoni del cuore, che il vostro “pezzo di De André” qui troverà sempre un suo posto d’onore.

Tanti auguri Faber!

Annunci

Essenza domenicale

Buongiorno e buona domenica!

Stamattina mi è capitato di riflettere sulla difficoltà, che tutti abbiamo, nel capire veramente appieno i meccanismi che muovono i rapporti umani, quelli amicali e amorosi in modo particolare. Ripenso a tutte le persone che ho trovato lungo la mia strada e quelle che mi sono lasciata alle spalle…sono tante, tantissime, come per tutti voi – miei tredici lettori. E’ accaduto, accade e accadrà ancora… . La verità è che distinguere uomini (e donne) onesti e degni di stima dai miserrimi ed infimi è difficile e spesso si sbaglia. I valori che fondano l’animo di un uomo non sono visibili ad occhio nudo, purtroppo. Crescere forse è anche questo, allenare la vista, accorgersi dei dettgali che a volte rivelano, come una crepa, quello che si cela nel profondo. Quando si capisce di aver preso un abbaglio, imparare ad ammetterlo e tornare indietro. Nessun rapporto è irreversibile, per fotuna.